Protestants dans la Ville

Page d'accueil    Liens    

 

Gilles Castelnau

Images et spiritualité

Libres opinions

Spiritualité

Dialogue interreligieux

Hébreu biblique

Généalogie

 

Claudine Castelnau

Nouvelles

Articles

Émissions de radio

Généalogie

 

Libéralisme théologique

Des pasteurs

Des laïcs

 

Roger Parmentier

Articles

La Bible « actualisée »

 

Réseau libéral anglophone

Renseignements

John S. Spong

 

JULIAN MELLADO

Textos en español

Textes en français

 

Giacomo Tessaro

Testi italiani

Textes en français

Giacomo Tessaro > Testi italiani




Parola ortodossa:
Cos’è la Tradizione?

 

 

Di Goran Sekulowski

nato nel 1978, insegna patrologia all’Istituto di Teologia Ortodossa San Sergio di Parigi
e storia della Chiesa e teologia all’Istituto Superiore di Studi Ecumenici presso l’Istituto Cattolico di Parigi.
Dal 2016 insegna anche all’Istituto Nazionale di Lingue e Civiltà Orientali (INALCO) di Parigi

 

Traduzione di Giacomo Tessaro

 

20 ottobre 2018

Tradizione è uno di quei termini troppo ricchi di senso, che alla fine corrono il rischio di non averne nessuno. Il suo significato lascia spazio a parecchi equivoci, che i Padri della Chiesa hanno tentato di eliminare elaborando una teologia della Tradizione, una teologia che ha il suo fondamento in san Paolo: gli insegnamenti (1 Corinzi 15:1-5) e le regole di vita (2 Tessalonicesi 3:6) che ha ricevuto direttamente dal Signore, oppure dagli apostoli, e che trasmette oralmente o per iscritto (2 Tessalonicesi 2:15), devono essere fedelmente conservati.

Il ruolo degli apostoli all’origine della Tradizione è essenziale: non basta che un racconto o un insegnamento sul Signore venga dai tempi tempi apostolici perché faccia parte della Tradizione: questi racconti e insegnamenti possono avere un qualche interesse, ma non sono la Tradizione, la quale consiste unicamente nella dottrina insegnata “ufficialmente”, se così si può dire, dagli apostoli. La Chiesa è veramente apostolica, ma anche patristica: due caratteri che, dal punto di vista ortodosso, non possono mai essere separati. Solo perché la Chiesa è patristica essa continua ad essere apostolica. L’insegnamento dei Padri è la pura e semplice predicazione trasmessa e conservata una volta per tutte dagli apostoli: in questo senso il nostro ritorno ai Padri è qualcosa di più di un ritorno al passato o all’antichità.

Quanto al Nuovo Testamento, esso fissa la Tradizione apostolica di Cristo. L’insegnamento degli apostoli ai loro successori era orale, e non era necessario che i suoi termini fossero fissati dagli apostoli stessi. Molto presto hanno preso a circolare nelle Chiese dei compendi della dottrina cristiana, senza che avessero necessariamente una forma fissa, ma il contenuto della Tradizione era più vasto e non si riduceva a quelle formule. I successori degli apostoli, lungo i secoli, hanno beneficiato del medesimo carisma degli apostoli, e hanno attualizzato la parola e l’opera di Cristo, con l’unica condizione di rimanere in piena comunione di fede e di vita. È in questa comunione che abbiamo l’assicurazione di trovare l’autentica Tradizione degli apostoli e la pienezza della verità.


Retour vers Giacomo Tessaro

 

haut de la page

 

 

Les internautes qui souhaitent être directement informés des nouveautés publiées sur ce site
peuvent envoyer un e-mail à l'adresse que voici : Gilles Castelnau
Ils recevront alors, deux fois par mois, le lien « nouveautés »
Ce service est gratuit. Les adresses e-mail ne seront jamais communiquées à quiconque.