Protestants dans la Ville

Page d'accueil    Liens    

 

Gilles Castelnau

Images et spiritualité

Libres opinions

Spiritualité

Dialogue interreligieux

Hébreu biblique

Généalogie

 

Claudine Castelnau

Nouvelles

Articles

Émissions de radio

Généalogie

 

Libéralisme théologique

Des pasteurs

Des laïcs

 

Roger Parmentier

Articles

La Bible « actualisée »

 

Réseau libéral anglophone

Renseignements

John S. Spong

 

JULIAN MELLADO

Textos en español

Textes en français

 

Giacomo Tessaro

Testi italiani

Textes en français

Giacomo Tessaro > Testi italiani


 

  La sfinge ed Edipo

 

 

Di André Gounelle

André Gounelle è pastore, professore onorario all'Istituto protestante di teologia di Montpellier, autore di numerosi libri e collaboratore di Évangile et Liberté da 50 anni.

 

Évangile et liberté
giugno-luglio 2015

 

Traduzione di Giacomo Tessaro

 

22 agosto 2015    

Malgrado le spiegazioni dei giornalisti, non capisco gran che della crisi greca ed europea. Per me rimane un enigma, paragonabile a quello che la sfinge poneva a chi passava prima di divorarlo, e non possiedo la perspicacia di Edipo che lo ha saputo sciogliere. Non sarebbe più saggio lasciare questi problemi a degli esperti, a degli Edipo fuori dal comune?

È proprio quello che, in campo religioso, ha rifiutato di fare la Riforma. Il compito di teologi e pastori non consiste nel giudicare e nel decidere, ma nello spiegare e nel far sì che ciascuno e ciascuna sia in grado di fare delle scelte personali, informandosi e riflettendo. Per i fondatori della Terza Repubblica la democrazia presuppone dei cittadini in grado di dare buone risposte attraverso le elezioni e i referendum: da qui la necessità dell'istruzione pubblica generale, per fare di ogni cittadino e cittadina un Edipo.

Dopo aver eliminato la sfinge grazie alla sua chiaroveggenza, Edipo soccombe alla maledizione che pesa su di lui e diviene cieco. Per il pensiero greco antico esiste un destino tragico che domina, tortura e schiaccia la nostra vita, a cui non possiamo sfuggire. L'Evangelo annuncia, al contrario, che il destino è spezzato. Nulla può separarci dall'amore di Dio, il che non ci dispensa dal lavorare, riflettere, soffrire, penare per uscire dalla crisi: questo però permette alla speranza di avere la meglio sulla paura. La cattiva sorte causata dalla sfinge e subita da Edipo non avrà l'ultima parola.


Retour vers Giacomo Tessaro

 

haut de la page

 

 

Les internautes qui souhaitent être directement informés des nouveautés publiées sur ce site
peuvent envoyer un e-mail à l'adresse que voici : Gilles Castelnau
Ils recevront alors, deux fois par mois, le lien « nouveautés »
Ce service est gratuit. Les adresses e-mail ne seront jamais communiquées à quiconque.