Protestants dans la Ville

Page d'accueil    Liens    

 

Gilles Castelnau

Images et spiritualité

Libres opinions

Spiritualité

Dialogue interreligieux

Hébreu biblique

Généalogie

 

Claudine Castelnau

Nouvelles

Articles

Émissions de radio

Généalogie

 

Libéralisme théologique

Des pasteurs

Des laïcs

 

Roger Parmentier

Articles

La Bible « actualisée »

 

Réseau libéral anglophone

Renseignements

John S. Spong

 

JULIAN MELLADO

Textos en español

Textes en français

 

Giacomo Tessaro

Testi italiani

Textes en français

Giacomo Tessaro > Testi italiani

.

 

Qualcosa di sorprendente

 

Giacomo Tessaro

 

 

19 marzo 2015

Marco 9,2-10

2 Dopo sei giorni, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li portò sopra un monte alto, in un luogo appartato, loro soli. Si trasfigurò davanti a loro 3 e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. 4 E apparve loro Elia con Mosè e discorrevano con Gesù. 5 Prendendo allora la parola, Pietro disse a Gesù: «Maestro, è bello per noi stare qui; facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia!». 6 Non sapeva infatti che cosa dire, poiché erano stati presi dallo spavento. 7 Poi si formò una nube che li avvolse nell'ombra e uscì una voce dalla nube: «Questi è il Figlio mio prediletto; ascoltatelo!». 8 E subito guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo con loro.
9 Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare a nessuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risuscitato dai morti. 10 Ed essi tennero per sé la cosa, domandandosi però che cosa volesse dire risuscitare dai morti.

Pietro, Giacomo e Giovanni assistono a qualcosa di sorprendente, una visione che certo ricorderanno nei giorni a venire, quando Gesù sarà loro tolto e quando comparirà ancora tra di loro dopo la Resurrezione. Pietro probabilmente crede di assistere a qualche evento escatologico, forse addirittura alla fine dei tempi: Gesù viene visitato addirittura da Mosè ed Elia, due tra le figure più importanti della storia sacra giudaica, il Legislatore e la prefigurazione del Messia. E che splendore le vesti di Gesù, che meraviglia il suo volto; certo siamo di fronte a un evento che cambierà la storia del mondo! Poi, all'improvviso, tutto scompare, tutto ritorna alla normalità e al quotidiano. Anzi, no: ai tre discepoli viene comunicato un messaggio. Sapranno farne tesoro, sapranno capire e vedere al di là dell'evento così fuori dell'ordinario? Sapranno capire perché Gesù li ha invitati a recarsi con lui in un luogo solitario, lontano dalla folla? E noi? Sappiamo guardare al di là degli eventi eclatanti, quegli eventi di cui tutti parlano, per cogliere il senso di ciò di cui siamo testimoni, senza poter beneficiare di nessuna voce dal cielo che ci guidi? “Ascoltatelo” dice la voce; il resto prima è avvolto dalla nube, poi sparisce e non c'è nient'altro se non Gesù tutto solo. Rimane solamente ciò che davvero conta per un seguace di Gesù: ascoltare la Parola.    

 

Retour vers Giacomo Tessaro

 

haut de la page

 

 

Les internautes qui souhaitent être directement informés des nouveautés publiées sur ce site
peuvent envoyer un e-mail à l'adresse que voici : Gilles Castelnau
Ils recevront alors, deux fois par mois, le lien « nouveautés »
Ce service est gratuit. Les adresses e-mail ne seront jamais communiquées à quiconque.