Protestants dans la Ville

Page d'accueil    Liens    

 

Gilles Castelnau

Images et spiritualité

Libres opinions

Spiritualité

Dialogue interreligieux

Hébreu biblique

Généalogie

 

Claudine Castelnau

Nouvelles

Articles

Émissions de radio

Généalogie

 

Libéralisme théologique

Des pasteurs

Des laïcs

 

Roger Parmentier

Articles

La Bible « actualisée »

 

Réseau libéral anglophone

Renseignements

John S. Spong

 

JULIAN MELLADO

Textos en español

Textes en français

 

Giacomo Tessaro

Testi italiani

Textes en français

Giacomo Tessaro > Testi italiani


 

 

Ascoltiamoci a vicenda !

 

 

Jean-François Blancheton



pastore della comunità di Sens e dintorni (Borgogna-Franca Contea) della Chiesa Protestante Unita di Francia.

 

Traduzione di Giacomo Tessaro

24 dicembre 2020

Seduto fuori da un bar per il mio cafferino mattutino, incontro una persona della mia comunità che viene a correre al mercato coperto. Cominciamo a parlare: mi racconta di una persona che soffre moltissimo la solitudine, e che cerca disperatamente di stringere relazioni: “Nella mia situazione, posso fare solo una cosa, ascoltarla!”. Questa frase mi ricorda la necessità dell’ascolto nella mia storia personale: quante volte ho assistito alla liberazione di persone che si sono sentite ascoltate! In un mondo in cui, finita una cosa, si passa subito a un’altra, in cui la nostra agenda è strapiena di cose da fare, mi sembra che ascoltare sia un’arte rara.

Trovare il tempo di sedersi e rendersi disponibili alla parola dell’altro mi sembra, per mia esperienza, non solo necessario ma prioritario, vitale. Essere ascoltati vuol dire esistere, ritrovare la possibilità di un cammino e di una dignità. Mi ricordo che qualche anno fa, nel 2013, un deputato della Repubblica girò la Francia a piedi per incontrare la gente lì dove viveva: lo scopo era di mettersi in ascolto. Sul cammino, nei luoghi della vita, la parola viene liberata! I taciturni escono dal loro isolamento, e gli invisibili acquistano un volto!

Credo che troppo spesso ci impegniamo a trovare soluzioni prima di metterci ad ascoltare ciò che realmente vivono i nostri contemporanei, trascurando forse la tappa necessaria dell’empatia legata alla disponibilità a condividere la vita. Un certo Gesù di Nazareth, nella sua peregrinazioni, si è spesso fermato nei luoghi dove si svolge la vita per incontrare donne e uomini che, a contatto con lui, si sono sentiti amati e ascoltati.

In questo periodo, in cui un anno nuovo si apre, e nelle difficili condizioni che stiamo vivendo, potremo fare del 2021 l’anno dell’ascolto?

 



Retour vers Giacomo Tessaro

 

haut de la page

 

 

Les internautes qui souhaitent être directement informés des nouveautés publiées sur ce site
peuvent envoyer un e-mail à l'adresse que voici : Gilles Castelnau
Ils recevront alors, deux fois par mois, le lien « nouveautés »
Ce service est gratuit. Les adresses e-mail ne seront jamais communiquées à quiconque.