Protestants dans la Ville

Page d'accueil    Liens    

 

Gilles Castelnau

Images et spiritualité

Libres opinions

Spiritualité

Dialogue interreligieux

Hébreu biblique

Généalogie

 

Claudine Castelnau

Nouvelles

Articles

Émissions de radio

Généalogie

 

Libéralisme théologique

Des pasteurs

Des laïcs

 

Roger Parmentier

Articles

La Bible « actualisée »

 

Réseau libéral anglophone

Renseignements

John S. Spong

 

JULIAN MELLADO

Textos en español

Textes en français

 

Giacomo Tessaro

Testi italiani

Textes en français

Giacomo Tessaro > Testi italiani


 

Esperienza e pratica
dei quaccheri in Francia

 

Richard & Sylvette Thompson

Richard Thompson è divenuto quacchero in Inghilterra nel 1969,
e ha scoperto la Casa Quacchera (Maison Quacker) di Congénies nel 2004.
Attualmente è segretario del gruppo quacchero della Linguadoca.

 

Traduzione di Giacomo Tessaro

 

24 dicembre 2019

La pratica quacchera, basata sul silenzio e la meditazione interiore, dà forse l’impressione di essere una spiritualità molto individualista. Al contrario: come dimostrano Richard e Sylvette Thompson, la spiritualità quacchera implica un forte coinvolgimento nella società degli uomini.

Quest’anno i quaccheri di Francia marcano una tappa della loro storia con la pubblicazione del loro libro “Esperienza e pratica”; a differenza dei quaccheri di altri Paesi, che utilizzano il titolo “Fede e pratica”, noi abbiamo scelto di mettere l’accento sulla nostra esperienza.

 

Agire su se stessi

Per prima cosa, è molto importante l’”esperienza insieme”, che risale ai primi tempi del cammino quacchero, nel 1652, quando Margaret Fell ascoltò predicare George Fox. Quel giorno Fox cominciò ricordando l’insegnamento di Paolo in Romani 2 sull’importanza della nostra esperienza interiore, proseguendo poi affermando che Cristo è la luce del mondo, che illumina ogni persona che viene al mondo. Fox parlava di un autentico cambiamento di cuore, che passasse da un’eccessiva attenzione a se stessi all’amore che si prende cura dell’altro. Scrisse più tardi Margaret Fell: “Le sue parole mi hanno aperta, e hanno ferito il mio cuore. Ho visto chiaramente che avevamo tutti torto. Mi sono seduta al banco e ho pianto amaramente, gridando nella mia mente al Signore: siamo tutti dei ladri; abbiamo rubato le parole degli scritti ispirati altrui, ma in noi stessi nulla sappiamo dell’ispirazione”.

È quindi importante, per i quaccheri, utilizzare le proprio risorse personali, e secondo le parole di George Fox “così, ogni uomo e ogni donna nel mondo intero deve pervenire allo spirito e alla verità nel proprio cuore”. Dobbiamo anche valutare la nostra condizione interiore, al tempo stesso positiva e negativa. Diceva George Fox, in linguaggio moderno: “Voi avete la capacità di vedere il male, la forza interiore per resistervi e la consapevolezza che tale forza è sempre disponibile”.

Quale pratica seguiamo noi quaccheri, dunque, per aprirci a questa energia? Prima di tutto, le nostre riunioni. Vivere insieme il silenzio ha qualcosa di misterioso. Siamo in ascolto, ed è quindi importante far passare del tempo dopo ogni contributo. Non abbiamo gerarchie. Il silenzio sottintende il reciproco rispetto, sottolineando l’esperienza personale. Ci sono riunioni settimanali a Parigi e Congénies, e mensili a Tolosa e a Nantes; altri piccoli gruppi si riuniscono in case private.

 

Una luce per il mondo

Una sezione del nostro libro “Consigli e domande” ci aiuta nella nostra vita quotidiana; comincia con “Considerate con attenzione, cari Amici, le ispirazioni di amore e verità nei vostri cuori, perché vengono dallo Spirito”. Questo implica un’energia attiva, che ci spinge a vivere la vita con amore.

Un’altra nostra pratica è l’Esperienza con la Luce, una meditazione guidata che permette di prestare attenzione alla propria luce interiore e di aprire il cuore alla verità. Aspettiamo nella luce, e ci sottomettiamo alla verità. Dopo la meditazione, se lo desideriamo, possiamo condividere la nostra esperienza, che per noi è fonte di forza.

A cosa serve tutto questo? C’è un libro in inglese di John Gwatkin, il cui titolo in italiano suona “Cos’hanno mai fatto i quaccheri per noi?”, il quale mostra che i quaccheri sono all’origine di un grande numero di movimenti che hanno posto le fondamenta della nostra società moderna, come quello per lo sviluppo della democrazia, quello per la lotta contro la schiavitù, per la creazione delle prime scuole per i neri negli Stati Uniti, per l’aiuto alle vittime di guerra, per le giurie nei processi, per la riforma delle carceri, per i primi ospedali per le malattie mentali… la lista continua per altre 38 pagine! Con le parole del filosofo inglese Theodore Zendling “I quaccheri hanno avuto più influenza sul modo in cui gli esseri umani trattano se stessi, di qualsiasi governo”.

 

______________________________

Centre Quaker, 11 avenue des Quakers, 30111 Congénies.
Telefono: +33 04 66 83 86 33
Il bollettino trimestrale è disponibile gratuitamente online



Retour vers Giacomo Tessaro

 

haut de la page

 

 

Les internautes qui souhaitent être directement informés des nouveautés publiées sur ce site
peuvent envoyer un e-mail à l'adresse que voici : Gilles Castelnau
Ils recevront alors, deux fois par mois, le lien « nouveautés »
Ce service est gratuit. Les adresses e-mail ne seront jamais communiquées à quiconque.