Protestants dans la Ville

Page d'accueil    Liens    

 

Gilles Castelnau

Images et spiritualité

Libres opinions

Spiritualité

Dialogue interreligieux

Hébreu biblique

Généalogie

 

Claudine Castelnau

Nouvelles

Articles

Émissions de radio

Généalogie

 

Libéralisme théologique

Des pasteurs

Des laïcs

 

Roger Parmentier

Articles

La Bible « actualisée »

 

Réseau libéral anglophone

Renseignements

John S. Spong

 

JULIAN MELLADO

Textos en español

Textes en français

 

Giacomo Tessaro

Testi italiani

Textes en français

Giacomo Tessaro > Testi italiani

 

 

Editoriale

 

Jean-Marie de Bourqueney


pastore della Chiesa Protestante Unita a Parigi-Batignolles.
Partecipa alla redazione e alla direzione di Évangile et Liberté.
Si interessa soprattutto di dialogo interreligioso e teologia del processo.

 


Traduzione di Giacomo Tessaro

 

25 novembre 2018

Amo il mondo così com’è, nella sua complessità! Non mi piace quando vengono contrapposti il Cielo e la Terra, il “mondo libero” e il mondo sovietico, lo shock delle civiltà, i neri e i bianchi, i Francesi purosangue e… gli altri! L’Evangelo, così come lo leggo, mi chiama ad andare verso il mondo, a vivere in questo mondo, ad amarlo e servirlo; non mi chiama a fuggirlo perché il Cielo è migliore, ma a rendermi conto che il cielo comincia al di là della mia pelle, tra di noi, che il Cielo di Dio non è una fuga dagli uomini.

Non mi piace nemmeno quando qualcuno contrappone le religioni, senza scorgere gli insospettati ponti per il dialogo. Non mi piace quando si dice che i protestanti sono cristiani non cattolici, che si definiscono in opposizione al cattolicesimo, e quando si dice che i protestanti liberali vanno semplicemente contro quelli ortodossi o evangelici. Infine, non mi piace quando qualcuno contrappone fede e ateismo in una riduzione semplicistica, dato che, fra zero e dieci, non so a che livello sia la mia fede.

Amo il mondo che cerca se stesso, che si costruisce. Amo l’essere umano che incontra, dialoga e condivide. E credo anche che Dio ami l’essere umano, senza giudicarlo, e senza costringerlo a praticare una religione per potersi salvare. Mi sento triste quando vedo chi pensa di aver trovato una risposta definitiva a tutto… Si annoierà, si ripiegherà su se stesso, giungerà ad odiare gli altri. Il mio Evangelo è un Evangelo che compie la scelta dell’Uomo.

Vorrei che inventassero un nuovo strumento di misurazione: il “finezzometro”, che potrebbe aiutarci ad abbandonare le nostre opinioni perentorie e di rimettere la finezza al centro del dibattito, della vita e della fede. Anche quando saremo in disaccordo o in opposizione, potremo comunque essere, tutti, una forza propositiva, cercatori di verità e costruttori del domani.


Retour vers Giacomo Tessaro

 

haut de la page

 

 

Les internautes qui souhaitent être directement informés des nouveautés publiées sur ce site
peuvent envoyer un e-mail à l'adresse que voici : Gilles Castelnau
Ils recevront alors, deux fois par mois, le lien « nouveautés »
Ce service est gratuit. Les adresses e-mail ne seront jamais communiquées à quiconque.