Protestants dans la Ville

Page d'accueil    Liens    

 

Gilles Castelnau

Images et spiritualité

Libres opinions

Spiritualité

Dialogue interreligieux

Hébreu biblique

Généalogie

 

Claudine Castelnau

Nouvelles

Articles

Émissions de radio

Généalogie

 

Libéralisme théologique

Des pasteurs

Des laïcs

 

Roger Parmentier

Articles

La Bible « actualisée »

 

Réseau libéral anglophone

Renseignements

John S. Spong

 

JULIAN MELLADO

Textos en español

Textes en français

 

Giacomo Tessaro

Testi italiani

Textes en français

Giacomo Tessaro > Testi italiani

 

 


Scomparire di fronte al testo


 

Ci sono degli attori che potrebbero impartire qualche lezione
ai pastori e agli studenti di teologia...

 

Di Gilles Castelnau

Gilles Castelnau è stato pastore riformato ad Amsterdam e nella regione parigina.
Si interessa da sempre alla presenza dell’Evangelo ai margini della Chiesa.
Da 17 anni è animatore del sito Protestants dans la Ville (protestantsdanslaville.org ),
dedicato, come dice il nome, al grande pubblico.

 

 

Traduzione di Giacomo Tessaro

 

11 dicembre 2015

L'attrice Fanny Ardant ha concesso un'intervista al mensile “Philosophie”, nel numero dell'estate 2015, che interessa anche noi interpreti della Bibbia. Fanny Ardant racconta i suoi sforzi di entrare in comunione con il personaggio che interpreta e di penetrare il suo pensiero: lungi dal manifestare le proprie opinioni personali, l'attrice scompare e fa sue le parole del testo per dare loro vita.

Così è, mi sembra, il lavoro del biblista, che infatti riflette sull'ambiente storico, sociale, politico e religioso dell'autore biblico per comprendere le sue motivazioni e le opzioni rivelate dal testo. Il biblista scompare, come direbbe Fanny Ardant, per lasciare zampillare la Parola pronunciata dall'autore.

“Quando l'interprete tradisce il suo ruolo? Una interpretazione mancata è una interpretazione che raddoppia il testo, cioè pensa di fargli dire più di quanto già non dica. Sarebbe presuntuoso ritenersi più intelligenti del testo. Allo stesso modo, dire per esempio che un adattamento è “attuale” mi sembra sempre molto restrittivo. I poeti, gli scrittori, i pensatori passano alla posterità grazie al loro discorso sempre valido sull'essere umano, non per la modernità che noi attribuiamo loro.

[…]

“All'inverso, ecco cos'è una interpretazione riuscita: pensare che non esiste null'altro di ciò che si sta vivendo lì, nella fede totale alla storia che si sta svolgendo. Mi sforzo di essere il più possibile presente, senza troppa distanza critica, senza troppo distacco nei confronti del personaggio che incarno, avendo fede in quella sua storia che sto interpretando.”

Secondo me Fanny Ardant potrebbe avere un posto nelle nostre facoltà di teologia, come testimone di ciò che può essere un autentico rispetto del testo. Potrebbe ricordarci che di fronte al testo biblico dovremmo scomparire, che dovremmo dargli vita senza cercare di essere più intelligenti dell'autore, senza pretendere che risponda a domande che non si poneva per fargli dire ciò che non dice.

 

Retour vers Giacomo Tessaro

 

haut de la page

 

 

Les internautes qui souhaitent être directement informés des nouveautés publiées sur ce site
peuvent envoyer un e-mail à l'adresse que voici : Gilles Castelnau
Ils recevront alors, deux fois par mois, le lien « nouveautés »
Ce service est gratuit. Les adresses e-mail ne seront jamais communiquées à quiconque.